La VPN (da non confondersi con DNS) acronimo di Virtual Private Network, è un servizio che offre una connessione tramite una rete virtuale privata che crea un “tunnel” diretto tra client e server del servizio. I benefici che si hanno utilizzando una rete di questo tipo sono diversi, due su tutti: la sicurezza e la possibilità di aggirare le varie limitazioni dei provvider nazionali dello stato in cui si risiede.



 

 

Ma quando e come utilizzare il servizio VPN?

 

 

Un occasione in cui sarebbe consigliato utilizzare un servizio VPN è sicuramente quando ci si connette ad un hot spot wifi; che sia un hotel, un cafè, un aeroporto o un centro commerciale, non importa, chiunque fosse intenzionato a rubare password, account e dati in generale, avrà la strada spianata se non si prendono le giuste contromisure, poichè è possibile intercettare qualunque scambio dati tra il vostro device e la rete.
Un altro valido motivo è sicuramente la possibilità di aggirare le limitazioni che spesso alcuni servizi o nazioni, impogonona chi visita i loro siti, spesso infatti alcuni contenuti sono visibili solamente se si accede con un indirizzo IP appartenente alla nazione dalla quale ci si connette; utilizzando un servizio VPN è possibile scegliere tra svariati server a disposizione dislocati in diversi stati, acquisendo cosí anche l’indirizzo IP della nazione in cui si trova il server.

A questo punto, dopo aver letto la guida che trovate qua sotto, vi consiglio di cliccare sul link che segue e scoprire QUALI SONO LE MIGLIORI VPN GRATIS oppure QUALI SONO LE MIGLIORI VPN A PAGAMENTO

Partiamo con la guida per iOS, probabilmente se prima d’ora non avete mai impostato il servizio, aprendo l’app impostazioni non troverete la voce VPN, quindi sarà necessario seguire il seguente percorso: impostazioni->generali scorrere in basso fino alla voce in questione e fare tap su di essa. Schermate in basso.

Bene, trovata la schermata di setting, non dobbiamo fare altro che compilare i vari campi con le impostazioni fornite dal gestore del servizio.

Nelle foto sopra potete vedere come cambia l’idirizzo IP con o senza vpn… da segnalare sono inoltre alcuni servizi VPN pubblicati su app store, dove, scaricando l’applicazione e creando l’account, il setting delle impostazioni di server, IP, password ecc. avviene in modo del tutto automatico… In questo caso i servizi gratuiti sono soggetti a limitazioni e inserzioni pubblicitarie.



Passiamo ora a macOS

La procedura è pressapoco la stassa adottata su iOS, l’unica differenza sta nelle finestre dell’inyerfaccia che su macOS sono ovviamente diverse.
Prima di tutto è necessario aprire preferenze di sistema, quindi scegliere rete.

Ora andiamo in basso a sinistra, sotto la lista delle connessioni e premiamo il pulsante +, si aprirà una finestra a scomparsa, fare click su interfaccia e scegliere VPN, quindi scegliere il tipo di VPN che avete acquistato tra L2TP su IPSec, Cisco IPSec e IKEv2, ora compilare gli appositi campi, indirizzo server e Nome account.

Bene, abbiamo quasi finito, fare click infine su impostazioni di autenticazione e compilare con i relativi dati, quindi cliccare su applica.

Se avete inserito tutti i dati nel modo giusto, sarà sufficiente premere su connetti e potrete usufruire del vostro servizio VPN.
Anche per macOS esistono dei servizi che mettono a disposizione un applicazione che si occupa di effettuare i settaggi al posto vostro.

A questo punto, dopo aver letto la guida, vi consiglio di cliccare sui link che seguono e scoprire QUALI SONO LE MIGLIORI VPN GRATIS oppure QUALI SONO LE MIGLIORI VPN A PAGAMENTO

Condividi sui tuoi social preferiti

64v1n79

Programmatore freelance, da sempre appassionato di tecnologia e informatica.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *