Salve,

oggi diamo alcuni consigli su quali Mac consigliamo per l’acquisto.

Acquistare un Mac è una bella spesa, ma nel lungo periodo ripaga di tantissimo la vostra vista e la vostra pazienza.

Nonostante la tradizionale semplicità che sfoggia Apple in ogni cosa, i Mac sono piuttosto diversificati, e presto verrà il momento di scegliere quale Mac portarsi a casa, non è per niente una scelta facile: bisogna tener conto della spesa da affrontare e valutare attentamente le proprie abitudini ed esigenze. Ed è per questo che abbiamo preparato per voi una panoramica completa e dettagliata dell’offerta attuale, che saprà sicuramente dirvi di più in fase di scelta.

Il Mac da scegliere; confrontiamoli:

 

L’iMac è una macchina semplice, gradevole ed innovativa. Tutto l’hardware che compone il prodotto è racchiuso all’interno di un sottile ed elegante schermo, senza componenti esterni aggiuntivi. Il risultato è una scrivania pulita e libera dai classici, infiniti grovigli di cavi.

La componentistica interna è discreta: è in grado di affrontare anche occasionali videogiochi e lavori multimediali pesanti (come ad esempio video editing di cui vi proponiamo le migliori applicazioni per Mac). iMac è ideale per l’utilizzo quotidiano, casalingo ma anche professionale. Grazie allo schermo LCD IPS lucido, iMac restituisce colori fedeli e riposanti.

A chi lo consigliamo: 

indubbiamente, l’iMac è consigliatissimo per l’uso casalingo, grazie al design molto gradevole e la facilità d’uso tipica di macOS High Sierra. Al tempo stesso, iMac è un valido alleato anche in ambito professionale, sia per la reattività del sistema operativo, sia per la qualità dello schermo che garantisce il minimo affaticamento anche dopo ore e ore di lavoro. Per via dell’ottima qualità dello schermo, è da tenere in considerazione soprattutto dai professionisti nel campo dell’immagine (fotografia, web design, video editing, ecc.).



 

Modelli: 

iMac è disponibile in due tagli di schermo, 21,5 e 27 pollici.

Il primo taglio di schermo, più piccolo, è proposto in tre modelli, di cui uno con schermo Retina 4K: c’è quello più economico (indicato per un utilizzo basico e familiare), seguito da un modello intermedio che spinge molto di più sulla frequenza del processore 

Si passa ad una soluzione quad-core – e adotta una soluzione grafica più prestante grazie alla Radeon PRo 555 con 2 GB di RAM, buona anche per giocare e lavorare con software multimediali.

L’ultima versione, la più potente, oltre ad un boost della CPU adotta anche un bellissimo schermo Retina con risoluzione 4K, identico a quello intermedio. Tutte le soluzioni, se acquistate dal sito Apple, sono personalizzabili in maniere variegate: potrete aumentare la RAM, ad esempio, o sostituire l’unità hard disk tradizionale con una Fusion Drive o un SSD puro (scelte che ci sentiamo di consigliare caldamente nonostante l’aumento di spesa).

 

 

Il modello da 27″ parte da specifiche tecniche migliori,

in quanto la risoluzione dell’unità schermo è maggiore e la gestione di un gran numero di pixel in più richiede uno sforzo hardware maggiore. Apple ha abbandonato la vecchia dotazione di iMac con e senza schermo 5K, per virare verso un’offerta caratterizzata tutta da pannelli a risoluzione 5K. Il modello di base, così come per gli altri due modelli visti poco più su, monta processori Intel Kaby Lake; in questo caso abbiamo un Core i5 a 3,4 GHz di frequenza (Turbo Boost fino a 3,8 GHz e 4,2 GHz per il modello top di gamma), 8 GM di memoria RAM, Fusion Drive da 1 TB (2 per il modello top) e una soluzione video dedicata, di cui AMD Radeon Pro 570 per il modello di base, Pro 575 per il modello intermedio, e Pro 580 per il modello di punta; le prime due con 4 GB di RAM e l’ultima con 8 GB di RAM.

Come dicevamo sono tutti equipaggiati con un fantastico display Retina 5K da 27 pollici, che rende l’interfaccia del sistema estremamente nitida e piacevole, oltre a dare più spazio a schermo (senz’altro un beneficio molto utile per i professionisti dell’immagine).



Buona permanenza sul blog di iDevice

www.webcolly.it

Condividi sui tuoi social preferiti

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *