Quante volte vi siete chiesti dei benefici portati da Apfs? (Il nuovo file System di casa Apple uscito con High Sierra)



È stato pensato per i dispositivi di archiviazione a stato solido (SSD e NVME).
Se avete un Mac con HD meccanico i benefici portati da APFS saranno quasi inesistenti.

I benefici portati agli SSD oltre a un velocità maggiore in fase di avvio, permette una maggiore rapidità durante la copiatura dei file all’interno del S.O., ma anche sui dispositivi esterni.

C’è da dire però che questo File-System è stato pensato per i dischi con firmware Apple. Se avete per esempio un Macbook a cui avete aggiunto un SSD non prodotto da Apple (es. Samsung evo 850) potreste riscontrare alcuni problemi.
Dopo mesi di utilizzo di Apfs su SSD di terzi, alcuni utenti hanno riscontrato l’inaccessibilità ad alcuni file o addirittura la perdita di dati.

Installlazione senza APFS:

Ciò che vi possiamo consigliare è usare le ultime versioni di MacOS (High sierra e successivi) bloccando la conversione ad Apfs usando questo comando da terminale in fase di installazione:

/Volumes/Image\ Volume/Install\ macOS\ High\ Sierra.app/Contents/Resources/startosinstall –volume /Volumes/MAC –agreetolicense –converttoapfs NO

Aggiornamento senza APFS:

Se dovete aggiornare il Sistema Operativo invece dovrete usare il file startosinstall del file app e non della USB digitando:

/Applications/Install\ macOS\ High\ Sierra.app/Contents/Resources/startosinstall –converttoapfs NO

In questo modo bloccherete la conversione del disco in APFS.
Se avete già effettuato la conversione vi consigliamo di creare un backup dei dati importanti e da Recovery reinstallare la vostra copia di MacOS formattando il disco in macos esteso juournaled, mappa di partizione: GUID.
Una volta formattato il disco dalla barra dei menù avviare un’istanza del terminale e usare il primo comando riportato in questa guida.

In conclusione ribadiamo la perfetta e piena compatibilità di APFS con i dischi prodotti da Apple, e scongiuriamo l’ utilizzo su dischi prodotti da terzi per evitare problemi ai vostri dati personali.

Continuate a seguirci per non perderti nessuna novità!


Condividi sui tuoi social preferiti
Categorie: IDB

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *