Per la Rubrica “Migliori App per macOS”, oggi vi presento: Blackmagic Disk Speed Test

Salve ragazzi!
Oggi vi presento una piccola utility che ci permetterà di eseguire un test sintetico sulle prestazioni delle nostre periferiche di Storage
Perchè?
Perchè oramai il collo di bottiglia prestazionale è legato allo storage.

<

p style=”text-align: left;”>Le nostre CPU, che siano ARM o x86-x64, sono veloci, multi-core e ottimizzate anche a livello hardware per la decodifica di determinati codec, sopratutto legati al mondo del web. Insomma, la potenza cè. Stesso discorso nel mondo delle fotocamere e/o videocamere. Sensori in grado di registrare in 4K sono installati anche sugli smartphone, una SD esterna e via senza pensieri a registrare 4gb di video o fare millemila foto ^^….ma tutto questo a cosa porta?
Porta ad avere un dispositivo che scrive parecchi MB se non GB sulla SD o sull’HD. Il tutto oltretutto deve essere fatto real-time in modo tale da non creare lag o un errata scrittura del file.

Una Reflex decente, in modalità scatto in sequenza è in grado di scattare moltissime foto in una manciata di secondi e di conseguenza, altrettante foto dovranno essere salvate. Se il supporto SD è lento, le foto potrebbero risultare danneggiate e quindi inutilizzabili.

<

p style=”text-align: left;”>Nel mondo PC il discorso è un po più lungo e si basa su più fattori, ma una cosa posso assicurarvi: se non siete equipaggiati con un SSD, fatelo subito. Le prestazioni vi lasceranno di stucco…ve lo posso assicurare!!
Lag, rallentamenti, freez o software che vanno a rallentatore in fase di scrittura o lettura su disco/memory/usb_device, durante il nostro lavoro, che sia editing, registrazione video, copia / incolla o altre situazioni simili, molte volte possono essere mitigate con un upgrade del sistema di archiviazione.
Con questa App possiamo testare le caratteristiche tecniche dei nostri supporti e capire se sono adatte o no al compito che vogliamo dedicargli.

Applichiamo la teoria alla pratica.

Appena aperta l’app cliccate sull’icona che rappresenta un ingranaggio ed entrate nelle impostazioni.
Da qui avete più opzioni

  • Impostare il target. Fate presente che se volete testare il vostro hard disk, non selezionate la root ma una cartella con permessi di scrittura.
  • Scegliere la dimensione del file da generare, con il quale si effettuerà il test (si cancella in automatico e non occupa mai più di 5GB)
  • Info varie

In questo esempio eseguirò il benchmark su più periferiche:

  • SSD del mio Macbook Pro (un originale Apple-Samsung SM0512G)
  • Una Voyager GT da 128GB che vorrei usare per lo storage di film e serie TV
  • Un SSD Samsung 840EVO collegato tramite un supporto SATA-USB per utilizzarlo come storage per la lettura di quei video, che durante alcune serate, manderò in output su schermi esterni.

Per quanto riguarda il Macbook, sò per certo che non mi farà preoccupare, PCIe, Apple e Samsung, sono un trio che da dipendenza e che di solito non delude 😛

Una volta impostato tutto, cliccate su START per iniziare.
Fate fare almeno 3 cicli, poi cliccate di nuovo su START per fermare il benchmark.

Analizziamo insieme la situazione?
– La sezione evidenziata in verde vi mostra se il supporto che state testando è compatibile con i formati elencati
– La sezione evidenziata in rosso invece vi mostra quanti frame (quindi “a quanto lavora”) può sostenere il supporto

 

Le prestazioni delle periferiche a parer mio sono idonee al lavoro che dovranno svolgere!

Download App Store – Free

Condividi sui tuoi social preferiti

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *