A quanto pare Ming-Chi Kuo aveva predetto che gli iPhone di prossima generazione si affideranno al sensori Sony con tecnologia Time of Flight

A riferirlo è Bloomberg, secondo cui la società giapponese avrebbe già incrementato la produzione dei sensori 3D per soddisfare la crescente domanda, Apple inclusa.

La testata riporta le parole del responsabile Sony (Satoshi Yoshihara) che, pur non citando direttamente i nomi dei clienti, fa capire più tosto chiaramente che nel 2019 saranno diversi gli OEM che si affideranno alla loro soluzione per la fotocamera 3D.

Sony avrebbe già distribuito agli sviluppatori una serie di strumenti per condurre esperimenti e realizzare app e soluzioni basate sulla tecnologia ToF (Time of Flight) per ricreare immagini tridimensionali e interagire con il mondo virtuale.

Time of Flight

E’ una tecnologia tramite cui viene inviato un raggio laser che misura la distanza del soggetto da dispositivo sulla base del tempo che impiega a “rimbalzare”, ovvero tornare indietro.

La sperimentazione da parte di Sony sono a buon punto, sta ora ia produttori: Apple, Samsung, LG e non solo, decidere se abbracciare o meno questa soluzione.

Buona permanenza sul blog di iDevice.

< Articolo precedente

Acquista ora (Amazon)

TaoTronics Lampada da Tavolo

Amazon Echo

www.webcolly.it

Condividi sui tuoi social preferiti

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *