iPhone12, FaceID e Lightning

Nel 2020 Apple ci ha promesso una gamma di iPhone12 che dovrebbe comprendere 4 terminali, tutti con tecnologia 5G e schermi OLED. Non amo parlare di Rumors ma testate giornalistiche del settore e con una certa affidabilità alle spalle, hanno introdotto in questi giorni importanti novità.

Da tempo si vocifera della possibilità che venga eliminato il notch dalla serie iPhone con FaceID, obbligando di per se l’azienda a rinunciare al riconoscimento del volto. A parer mio questo sarà impossibile.

notch_nonotch_iphone_12_2020_ideviceblog_idevice_blog_superpietrohaze_superpietro

Il notch verrà ridotto se Apple riuscirà a miniaturizzare i componenti. Non vedo plausibile rinunciare completamente alla possibilità di sbloccare iOS con il volto, senza tralasciare oltretutto che il FaceID è considerata la tecnologia commerciale tra le più affidabili e sicure. Apple non credo rinunci facilmente.

E’ proprio su questo filone che si inserisce l’ultimo report di Barclays. Le anticipazioni e le informazioni più affidabili parlano di un ulteriore passo avanti nei prossimi FaceID. Con iPhone 11 Apple ha migliorato a livello software il riconoscimento del volto, migliorando sia l’acquisizione da telefono orizzontale, sia quando il volto dell’utente è colpito direttamente da una forte (e diretta) luce solare. Con i nuovi dispositivi ci dovrebbe essere un ulteriore passo avanti, aiutato da componenti hardware aggiornati e magari meno ingombranti.

Per il 2021 invece, i rumors più affidabili parlano ancora di iPhone sprovvisti di connettore fisico Lightning, togliendo dalla confezione gli EarPods, senza però capire se verranno sostituiti da AirPods base o meno. Qui è ancora tutto da vedere…ma l’assenza della possibilità di collegare fisicamente l’iDevice ad un Mac…un po mi ansia. A voi no?

Home iDeviceBlog

Se vi è piaciuto l’articolo, spero possano risultare altrettanto interessanti
i link delle nostre Rubriche:

iDevice_SuperPietroHaze_Firma_IDB

Condividi sui tuoi social preferiti

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *