WhatsApp Pay è già stato testato in India su un migliaio di utenti che – a detta del CEO – hanno apprezzato il nuovo metodo di pagamento. Il rilascio ufficiale su tutto il territorio sarebbe dovuto avvenire nel 2019, ma una serie di problemi normativi lo hanno impedito. Ora, invece, il servizio sarebbe pronto a diffondersi in maniera globale.

Il funzionamento di WhatsApp Pay è molto semplice. È sufficiente associare un conto corrente o una carta di credito a un account verificato già esistente per poter effettuare i pagamenti. Dopodiché l’utente potrà pagare nei negozi fisici che lo supporteranno, sui siti di e-commerce e sarà possibile scambiarsi denaro tra utenti.

download_iDeviceBlog_SuperPietroHaze

Zuckerberg dunque sembrerebbe intenzionato a seguire la strada tracciata da WeChat, il servizio simile a WhatsApp più diffuso in Cina. La controparte cinese, infatti, è diventata ormai una piattaforma per il business e permette agli utenti non solo di scambiarsi denaro, ma anche di pagare bollette, conti al ristorante, multe e biglietti del treno.

Se vi è piaciuto l’articolo, spero possano risultare altrettanto interessanti
i link delle nostre Rubriche:

iDevice_SuperPietroHaze_Firma_IDB

Condividi sui tuoi social preferiti

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *